Dall'INAIL il manuale per gestire il rischio

Si trova online, sul sito dell’INAIL, il nuovo manuale La gestione del fumo di tabacco in azienda realizzato nel 2015.

L’opuscolo, scaricabile con un click, nasce in seguito all’entrata in vigore della legge 3/2003 sulla tutela dei non fumatori e sul divieto di fumo nei locali chiusi che ha visto i datori di lavoro coinvolti con la gestione di nuove problematiche.

L’opuscolo, che si rivolge ai Datori di Lavoro, ai Medici Competenti e ai Responsabili del Servizio di Prevenzione e Protezione, raccoglie il frutto di una ricerca mirata agli aspetti gestionali del fumo di tabacco nei luoghi di lavoro, e fornisce strumenti operativi per andare incontro all’adeguamento alle normative, tutelare i lavoratori dal fumo passivo e divulgare informazioni sul fumo e sull’interazione tra il rischio del fumo passivo e gli altri rischi. Considerato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità “il più grande intervento che un paese possa promuovere per migliorare al tempo stesso la salute dei propri cittadini e i conti della spesa sanitaria”, il controllo del fumo di tabacco è considerato una priorità visti i dati relativi alle patologie ad esso legate.

Il manuale è realizzato dal Dipartimento di Medicina, Epidemiologia, Igiene del Lavoro e Ambientale nell’ambito della Linea di ricerca “Studio dei comportamenti a rischio dei lavoratori e promozione di stili di vita salutari come contributo al miglioramento del benessere personale e sul lavoro.”  

Qui l’opuscolo INAIL.

Ogni anno le vittime sono più di un milione

A disposizione tre milioni di Euro

Il dispositivo INAIL che calcola il valore economico della mancata sicurezza

A metà ottobre la 65esima edizione

In Emilia Romagna e in Veneto il maggior numero di morti

Via libera all'accesso al Pubblico Registro Automobilistico per gli ispettori del lavoro

Impianti e strutture delle scuole ancora inadeguati negli ultimi dati INAIL

Approvate le nuove norme tecniche

Pubblicato un nuovo rapporto dal PAF

L'INAIL fornisce i nuovi pieghevoli informativi

Pubblicata la nuova guida in 23 lingue

Tra i cambiamenti anche le modalità di valutazione dei rischi

Approvata la bozza del nuovo decreto

I numeri delle prime settimane

Il documento informativo dello SPISAL di Padova