di Nicola Belloni, esperienza trentennale in materia di sicurezza, consulente senior in Polistudio S.p.A.

 


AdobeStock 81255278La sentenza della Corte di Cassazione Penale Sezione IV - Sentenza n. 2539 udienza del 3 dicembre 2015 individua nell’area datoriale una responsabilità relativa alla vigilanza sulle misure previste.

La Corte d'Appello ha confermato la sentenza di condanna emessa nei confronti del direttore tecnico di un’impresa edile alla pena di giustizia per il reato di cui all'art. 590, III comma, c.p. per avere cagionato ad un dipendente (capocantiere) della stessa impresa delle lesioni personali, per imprudenza, negligenza e imperizia e per la violazione delle norme antinfortunistiche di cui all'art. 18 del D. Lgs. 9/4/2008 n. 81.

La Corte d’Appello aveva attribuito la responsabilità dell'evento al direttore tecnico di cantiere, in quanto, in questa sua veste, avrebbe dovuto vigilare sulle attività quotidianamente svolte, rammentando che “il direttore tecnico ed il capo cantiere, figure inquadrabili rispettivamente in quella del dirigente e del preposto, sono titolari di autonome posizioni di garanzia, seppure a distinti livelli di responsabilità, dell'obbligo di dare attuazione alle norme dettate in materia di sicurezza sul lavoro. Ne consegue che la nomina di un capo cantiere non implica di per sé il trasferimento a quest'ultimo della sfera di responsabilità propria del ruolo dirigenziale del direttore tecnico”.

Dunque, se è vero, che il capocantiere è destinatario diretto dell'obbligo di verificare che le concrete modalità di esecuzione delle prestazioni lavorative all'interno del cantiere rispettino le normative antinfortunistiche, il direttore tecnico di cantiere ha il preciso obbligo di verificare il minuto rispetto delle norme di sicurezza e di far osservare quanto previsto dal POS e dal piano di demolizione. La Corte ha quindi concluso che l'imputato avrebbe dovuto vigilare e tenere sotto controllo le attività quotidianamente svolte nel cantiere, evitando di consentire ai dipendenti di operare scelte spettanti alla dirigenza e di assumere iniziative operative proprie.

Nel caso di specie, come evidenziato, il rischio era ben valutato e le misure di prevenzione e protezione correttamente scelte (POS - Piano Operativo di Sicurezza - e Piano delle Demolizioni), solo che non erano state messe in atto.
Partendo proprio dal caso rappresentato si approfitta per trarne delle considerazioni generali valide per tutte le organizzazioni aziendali.
Normalmente si pensa che i precetti normativi siano espliciti nell’individuare cosa devono fare i soggetti che li devono rispettare.

Generalmente si è portati a pensare che l’attività di vigilanza sia da attribuire unicamente al preposto perché l’art. 19 individua nello stesso chiaramente questa responsabilità, mentre l’art. 18 non lo fa esplicitamente per datori di lavoro e dirigenti.

La cassazione, in varie pronunce negli anni, ha invece affermato e ribadito che al dirigente e al datore di lavoro compete un obbligo di verifica e vigilanza anche se non esplicitato, richiamando nell’Art. 18 dei precetti che implicitamente si adempiono anche grazie alla vigilanza (comma 1, lettera f).
Sempre in linea generale, seppure è vero che l’area dirigenziale non può essere costantemente presente per vigilare, è altrettanto vero che ha l’obbligo di attuare un’organizzazione che possa garantirgli questa vigilanza.

Dato per assunto che valutazione dei rischi e relative scelte di prevenzione e protezione siano quelle corrette e che i lavoratori siano stati informati, formati e addestrati, laddove la mancanza di rispetto delle scelte suddette non sia occasionale, ma reiterata, in quei casi la giurisprudenza, oltre ai preposti, individua una posizione di garanzia anche nel dirigente e nel datore di lavoro (poiché nella permanenza di disapplicazioni sulle misure di prevenzione e protezione l’obbligo di rilevamento delle stesse e di intervento non ha scusanti), con conseguente responsabilità per omicidio o lesioni personali colpose (CP 589 / 590) in caso di infortunio.

 

Soluzioni operative

Le stesse cassazioni ci danno indicazioni su come dare seguito alle previsioni dei precetti dell’articolo 18 dicendoci che deve essere strutturata una organizzazione che permetta a dirigenti e datori di lavoro, quando impossibilitati a una costante presenza nei luoghi di lavoro, di avere un ritorno costante sull’attuazione delle scelte di prevenzione e protezione e in particolare, dove non venissero applicate, l’organizzazione dev’essere tale da prevedere che i lavoratori non siano assoggettati a richiami benevoli bensì formali e, in caso di reiterazione, alle sanzioni previste dal contratto collettivo nazionale e/o dai regolamenti aziendali.

Oltre a ciò la mancanza di applicazione delle scelte di prevenzione e protezione dev’essere immediatamente ripristinata e, se dipendente da comportamenti del lavoratore, sullo stesso bisogna intervenire in modo deciso, perché sebbene il comportamento scorretto sia ascrivibile al lavoratore, anche il dirigente o il datore di lavoro ha una posizione di garanzia su tale mancanza.

Il feedback che l’organizzazione restituisce al dirigente deve pertanto consentirgli, non solo di capire quando ci sono dei problemi, ma anche di accertare che tutto avvenga secondo le previsioni.

Se ne deduce che il migliore strumento di tutela del datore/dirigente nell’ambito della vigilanza è un feedback (possibilmente supportato da documenti di registrazione che diano un ritorno anche in caso di rispetto completo delle misure antinfortunistiche) con una cadenza periodica correlata alla tipologia di monitoraggio che si deve effettuare (ad esempio due volte al mese in una linea di produzione fissa piuttosto che due/tre volte alla settimana in un cantiere).

Quanto sopra esposto, è rafforzato da uno specifico precetto (comma 3 bis dell’art. 18) a carico del dirigente in materia di vigilanza sull’operato degli altri soggetti (preposti, progettisti, fabbricanti, lavoratori, ecc.): “Datori di lavoro e dirigenti sono tenuti a vigilare sull’adempimento degli obblighi previsti a carico di preposti, lavoratori, progettisti, fabbricanti, fornitori, installatori, medici competenti”.

Supponiamo che preposti, lavoratori, ecc. abbiano violato i rispettivi obblighi e che dall’altra parte datori e dirigenti non abbiano vigilato sugli adempimenti relativi a tali obblighi: in questo caso, la responsabilità è da ritenersi esclusivamente di preposti, lavoratori, ecc. ed è quindi da escludersi la responsabilità di datori di lavoro e dirigenti?

Ovvero, la mancata vigilanza da parte di datore di lavoro o dirigente può escludere che la mancata attuazione degli obblighi sia indirizzabile solo a preposti, lavoratori, ecc.?

La risposta è chiara proprio nel comma 3 bis dell’articolo 18, laddove ribadisce l’esclusiva responsabilità dei preposti, lavoratori, ecc. solo se non sia riscontrabile un difetto di vigilanza del datore di lavoro e dei dirigenti.

 

Riferimenti normativi

Per quanto sopra richiamiamo gli Artt. 18 e 19 del D. Lgs. 81/08 e le numerose analisi svolte dalla Suprema Corte sugli obblighi di vigilanza del datore di lavoro e dei dirigenti:
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 23542 dell’11 giugno 2008
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 26661 dell’30 giugno 2009
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 23505 dell’11 giugno 2008
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 27420 del 4 luglio 2008
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 21450 del 21 giugno 2006
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 10617 del 6 marzo 2006
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 25235 del 12 luglio 2005
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 20595 dell’1 giugno 2005
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 1238 del 19 gennaio 2005
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 36798 del 17 settembre 2004
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 4597 del 13 aprile 1999
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 8318 del 25 giugno 1999
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 80 del 5 gennaio 1999
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 11481 del 3 novembre 1998
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza n. 3606 del 24 marzo 1998
- Cassazione penale, Sez. IV – Sentenza del 9 dicembre 1996

In diminuzione gli infortuni nei dati dell'INAIL

Istituito il fondo per le vittime dell'amianto

Oltre 276 milioni di Euro nel bando ISI dell'INAIL

Un approfondimento

Ecco i riferimenti normativi per valutarne il rischio

A fornire dati e informazioni ci pensa il "cruscotto"

Quando il mancato aggiornamento impedisce di esercitare il ruolo

La lotta contro l'amianto dell'INAIL

Ecco la mappatura dei rischi del settore marittimo

L'Italia è uno dei paesi più colpiti al mondo

INAIL, Ministero, Regioni e Province Autonome unite per un lavoro più sicuro

Dal 31 dicembre al via la revisione dei trattori

Il nuovo bando dell’INAIL entro i primi mesi del 2016

La valutazione del rischio in un rapporto del PAF

Dall'INAIL l'opuscolo per fare chiarezza

jelqing bullet vibrators offers and betting promotions

Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies. Per saperne di più

Accetto / Chiudi

Cookie Policy

Uso dei Cookies in questo sito
Nella presente cookie policy viene descritto l'utilizzo dei cookies di questo sito. Preliminarmente si precisa che l'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) permette la trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito.
I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

Che cos'è un cookie?

Per fornirti ogni utile informazione sui cookie e sul loro utilizzo anche solo potenziale e per sapere come modificare il settaggio del tuo browser relativamente all'uso dei cookie ti invitiamo a leggere questa descrizione dettagliata.

Cookie del browser:
I cookie sono porzioni di informazioni che il sito Web inserisce nel tuo dispositivo di navigazione quando visiti una pagina. Possono comportare la trasmissione di informazioni tra il sito Web e il tuo dispositivo, e tra quest'ultimo e altri siti che operano per conto nostro o in privato, conformemente a quanto stabilito nella rispettiva Informativa sulla privacy. Possiamo utilizzare i cookie per riunire le informazioni che raccogliamo su di te. Puoi decidere di ricevere un avviso ogni volta che viene inviato un cookie o di disabilitare tutti i cookie modificando le impostazioni del browser. Disabilitando i cookie, tuttavia, alcuni dei nostri servizi potrebbero non funzionare correttamente e non potrai accedere a numerose funzionalità pensate per ottimizzare la tua esperienza di navigazione nel sito. Per maggiori informazioni sulla gestione o la disabilitazione dei cookie del browser, consulta l'ultima sezione della presente Politica sui cookie.
Utilizziamo varie tipologie di cookie con funzioni diverse. Per quanto riguarda i cookie tecnici, potremo utilizzare cookies proprietari persistenti e di sessione al solo fine di favorire la navigazione efficiente del sito.
Il sito web utilizza o può utilizzare, anche in combinazione tra loro, le seguenti categorie di cookies.


1. Cookie strettamente necessari (cookie tecnici)
Questi cookie sono fondamentali per poter navigare sul sito Web e utilizzare alcune funzionalità. Senza i cookie strettamente necessari, i servizi online che normalmente sono offerti dal sito, potrebbero non  essere accessibili se la loro erogazione si basa esclusivamente su cookie di questa natura. Infatti i cookie di questo tipo permettono all’utente di navigare in modo efficiente tra le pagine di un sito web e di utilizzare le diverse opzioni e servizi proposti. Consentono, ad esempio di identificare una sessione, accedere ad aree riservate, ricordare gli elementi che compongono una richiesta formulata in precedenza, perfezionare un ordine di acquisto o la memorizzazione di un preventivo.
Non è necessario fornire il consenso per i cookie tecnici, poiché sono indispensabili per assicurarti i servizi richiesti.  E' possibile bloccare o rimuovere i cookie tecnici modificando la configurazione delle opzioni del proprio browser. Tuttavia eseguendo queste operazioni, è possibile che non si riesca ad accedere a determinate aree del sito web o ad utilizzare alcuni dei servizi offerti.


2. Cookie per le prestazioni (cookie analytics)
È possibile che da parte nostra (o dei i fornitori di servizi che operano per nostro conto) vengano inseriti dei cookie per le prestazioni nel tuo dispositivo di navigazione. Le informazioni raccolte mediante i cookie per le prestazioni sono utilizzate esclusivamente da noi o nel nostro interesse.
I cookie per le prestazioni raccolgono informazioni anonime relative al modo in cui gli utenti utilizzano il sito Web e le sue varie funzionalità. Ad esempio, i nostri cookie per le prestazioni raccolgono informazioni in merito alle pagine del sito che visiti più spesso e alle nostre pubblicità che compaiono su altri siti Web con cui interagisci, oltre a verificare se apri e leggi le comunicazioni che ti inviamo e se ricevi messaggi di errore. Le informazioni raccolte possono essere utilizzate per personalizzare la tua esperienza online mostrando contenuti specifici. I cookie per le prestazioni servono anche per limitare il numero di visualizzazioni di uno stesso annuncio pubblicitario. I nostri cookie per le prestazioni non raccolgono informazioni di carattere personale.
Continuando a utilizzare questo sito Web e le sue funzionalità, autorizzi noi (e gli inserzionisti esterni di questo sito Web) a inserire cookie per le prestazioni nel tuo dispositivo di navigazione.
Per eliminare o gestire i cookie per le prestazioni, consultare l'ultima sezione della presente Cookie Policy.
In particolare il sito utilizza Google Analytics  che è uno strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Si può utilizzare un set di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori da parte di Google.
Oltre a generare rapporti sulle statistiche di utilizzo dei siti web, il tag pixel di Google Analytics può essere utilizzato, insieme ad alcuni cookie per la pubblicità descritti sopra, per consentirci di mostrare risultati più pertinenti nelle proprietà di Google (come la Ricerca Google) e in tutto il Web.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare questo sito cookie di Analytics e privacy.


3. Cookie per funzionalità (cookie di profilazione)
Ci riserviamo la possibilità di utilizzare da parte nostra (o dei i fornitori di servizi che operano per nostro conto) dei cookie per funzionalità nel tuo dispositivo di navigazione. Qualora utilizzassimo questi cookies in ogni caso non condividiamo le informazioni raccolte mediante i cookie per funzionalità con eventuali inserzionisti né con terzi.
Questi cookie sono utilizzati per memorizzare le scelte effettuate (preferenza della lingua, paese o altre impostazioni online) e per fornire le funzionalità personalizzate od ottimizzate selezionate dall'utente. I cookie per funzionalità possono essere utilizzati per offrirti servizi online o per evitare che ti vengano offerti servizi che hai rifiutato in passato.
Peraltro informiamo che tecnicamente è possibile autorizzare inserzionisti o terze parti a fornire contenuti e altre esperienze online tramite questo sito Web. In questo caso, la terza parte in questione potrebbe inserire i propri cookie per funzionalità nel tuo dispositivo e utilizzarli, in modo analogo a noi, al fine di fornirti funzionalità personalizzate e ottimizzare la tua esperienza d'uso. Selezionando opzioni e impostazioni personalizzate o funzionalità ottimizzate, autorizzi l'utilizzo da parte nostra dei cookie per funzionalità necessari a offrirti tali esperienze.
Eliminando i cookie per funzionalità, le preferenze o le impostazioni selezionate non verranno memorizzate per visite future.
Nel caso in cui vengano utilizzati cookie di parti terze ci riserviamo di indicare dettagliatamente i link alle informative predisposte da tali soggetti.
Il sito utilizza può utilizzare strumento di remarketing di parti terze. In tal caso alcune pagine del sito possono includere un codice definito "codice remarketing". Questo codice permette di leggere e configurare i cookie del browser al fine di determinare quale tipo di annuncio visualizzerai, in funzione dei dati relativi alla tu visita al sito, quali per esempio il circuito di navigazione scelto, le pagine effettivamente visitate o le azioni compiute all'interno delle stesse.
Le liste di remarketing così create sono conservate in un database dei server di Google in cui si conservano tutti gli ID dei cookie associati ad ogni lista o categoria di interessi. Le informazioni ottenute consentono di identificare solo il browser, dato che con queste informazioni la parte terza non è in grado di identificare l'utente.
Questi strumenti consentono di pubblicare annunci personalizzati in base alle visite degli utenti al nostro sito.
L’autorizzazione alla raccolta e all’archiviazione dei dati può essere revocata in qualsiasi momento. L’utente può disattivare l’utilizzo dei cookie da parte di Google attraverso le specifiche opzioni di impostazione dei diversi browser.

Abilitazione / disabilitazione di cookie tramite il browser
Esistono diversi modi per gestire i cookie e altre tecnologie di tracciabilità. Modificando le impostazioni del browser, puoi accettare o rifiutare i cookie o decidere di ricevere un messaggio di avviso prima di accettare un cookie dai siti Web visitati. Ti ricordiamo che disabilitando completamente i cookie nel browser potresti non essere in grado di utilizzare tutte le nostre funzionalità interattive.
Se utilizzi più computer in postazioni diverse, assicurati che ogni browser sia impostato in modo da soddisfare le tue preferenze.
Puoi eliminare tutti i cookie installati nella cartella dei cookie del tuo browser. Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. Fai clic su uno dei collegamenti sottostanti per ottenere istruzioni specifiche.

Disattivazione Cookies
In questa sezione trovi le informazioni per disattivare i cookies sul tuo browser. Ti ricordiamo che disattivando i cookies alcune parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.
Se il tuo browser non si trova nell'elenco sotto riportato, ti preghiamo di consultare le istruzione riportate sul tuo browser in merito alla gestione dei cookies.

Internet Explorer versione 6 o superiore
• Seleziona "Strumenti" nella barra del tuo browser
• Seleziona "Opzioni Internet"
• Seleziona la voce "Privacy" e poi clicca su "Advanced"
• Seleziona "Override automatic cookie handling"
• Disattiva i "first-party cookie" selezionando la voce "Block"
• Disattiva i "third party cookie" selezionando la voce "Block"
• Disattiva i "session cookie" deselezionando la voce "Always allow session cookies"
• Clicca su "OK"


Firefox versione 9 o superiore
• Seleziona "Strumenti" nella barra del tuo browser
• Seleziona "Opzioni"
• Selezione la voce "Privacy"
• Nell'area "Cronologia" scegli dal menù a tendina l'opzione "utilizza impostazioni personalizzate"
• Disattiva i cookies deselezionando la voce "Accetta i cookie dai siti"
• Clicca su "OK"

Google Chrome versione 24 o superiore
• Seleziona "Menù Chrome" nella barra del tuo browser
• Selezione "impostazioni"
• Seleziona "Mostra impostazione avanzate"
• Nella sezione "Privacy" clicca su "Impostazione contenuti"
• Disattiva tutti i cookies selezionando "Impedisci ai siti di impostare dati" e "Blocca cookie di terze parti e dati dei siti"
• Clicca su "OK"Se non utilizzi nessuno dei browser sopra elencati, seleziona "cookie" nella relativa sezione della guida per scoprire dove si trova la tua cartella dei cookie.

Eliminazione dei cookie Flash
Fai clic sul collegamento qui di seguito per modificare le tue impostazioni relative ai cookie Flash.

Disabilitazione dei cookie Flash

Attivazione e disattivazione dei cookies
Oltre a poter utilizzare gli strumenti previsti dal browser per attivare o disattivare i singoli cookies informiamo che il sito www.youronlinechoices.com riporta l'elenco dei principali provider che lavorano con i gestori dei siti web per raccogliere e utilizzare informazioni utili alla fruizione della pubblicità comportamentale. Puoi disattivare o attivare tutte le società o in alternativa regolare le tue preferenze individualmente per ogni società. Per farlo puoi utilizzare lo strumento che trovi nella pagina www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte per controllare le tue preferenze sulla pubblicità comportamentale.

Ulteriori informazioni utili sui cookie sono disponibili a questi indirizzi:

www.allaboutcookies.org;
www.youronlinechoises.com