Vi vi fir telematico 2021Sarà attivo dall’ 8 marzo 2021 il VI.VI FIR, il nuovo sistema di vidimazione dei formulari, che permette a imprese ed enti di produrre e vidimare autonomamente il formulario di identificazione del rifiuto, avvalendosi di un servizio reso disponibile on line dalle Camere di Commercio, previa registrazione e gratuitamente.

Unioncamere/Ecocerved ha infatti messo in pratica quanto enunciato nell’art. 193, c. 5, D.Lgs. 152/2006 ovvero la generazione di FIR vidimati telematicamente attraverso i portali web delle Camere di commercio: "…in alternativa alle modalità di vidimazione di cui al comma 3, il formulario di identificazione del rifiuto è prodotto in format esemplare, conforme al decreto del Ministro dell’ambiente 1° aprile 1998, n. 145, identificato da un numero univoco, tramite apposita applicazione raggiungibile attraverso i portali istituzionali delle Camere di Commercio, da stamparsi e compilarsi in duplice copia. La medesima applicazione rende disponibile, a coloro che utilizzano propri sistemi gestionali per la compilazione dei formulari, un accesso dedicato al servizio anche in modalità telematica al fine di consentire l’apposizione del codice univoco su ciascun formulario".

L’accesso avverrà da parte di persone fisiche al portale www.vivifir.ecocamere.it che dovranno essere riconosciute dal sistema attraverso identità digitale (CNS, SPID, CIE) specificando l’impresa o l’ente per conto della quale si intende operare.

Una volta verificata l’identità dell’utente, l’applicativo fornisce un codice univoco e un QR-code, e li attribuisce a un modello di FIR in bianco del tutto simile a quelli tradizionali, cioè quello approvato dal D.M. 145/98.

Il formulario poi dovrà essere stampato in duplice copia e compilato con le informazioni richieste come d’abitudine. Queste due copie “originali” rimarranno una al produttore e l’altra al destinatario finale, mentre al trasportatore dovrà restare, necessariamente, una fotocopia.

La semplificazione è stata introdotta dal Decreto Legislativo 116 del 2020 come soluzione transitoria fino alla piena entrata in vigore del nuovo sistema di tracciabilità Ren (Registro Elettronico Nazionale) e non sostituirà il formato cartaceo del Fir, ma renderà più agevole un adempimento che oggi richiede la necessità per gli operatori di recarsi fisicamente presso le sedi delle Camere di Commercio per farsi vidimare registri e formulari.

Dopo tanti tentativi, finalmente un piccolo passo riuscito verso la digitalizzazione!

Video illustrativo del servizio

 

E’ stato aggiornato il 25 febbraio il calendario con le date di scadenza per l'accesso agli incentivi a fondo perduto destinati a imprese che mettono in atto progetti di prevenzione e sicurezza sul lavoro. 

Si parte dal 1° giugno 2021, primo giorno utile per cominciare a compilare la richiesta di accesso ai fondi, fino a un massimo di 50.000 o 130.000 euro in base all’asse di intervento.

211 milioni di euro sono, infatti, le risorse a disposizione per le imprese e gli enti del terzo settore che mettono in atto progetti di prevenzione e sicurezza sul lavoro e hanno la possibilità di richiedere gli incentivi INAIL nell’ambito nel Bando ISI 2020.

I fondi sono ripartiti su base regionale. Qui le Risorse economiche stanziate per la Regione Veneto e il relativo Avviso pubblico della Regione del Veneto.

 

Sono finanziabili le seguenti tipologie di progetto ricomprese in 4 Assi di finanziamento:

  • ASSE 1: progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale,
  • ASSE 2: progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi,
  • ASSE 3: progetti di bonifica da materiali contenenti amianto,
  • ASSE 4: progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza realizzati nelle micro e piccole imprese operanti nei settori della fabbricazione mobili e della pesca.

La tabella di marcia pubblicata sul portale di Inail arriva nei tempi annunciati lo scorso novembre, al momento della diffusione dell’avviso pubblico.

scadenze bando isi inail

La procedura di presentazione della domanda di finanziamento è telematica, raggiungibile dalla sezione “Accedi ai Servizi Online” del portale Inail, e sarà attiva dal 1 Giugno fino al 15 Luglio fino alle ore 18.00.

Per la valutazione e la predisposizione della domanda di finanziamento è assicurato da parte di Polistudio il supporto di un partner esterno, esperto in materia.

 

Link di approfondimento: Ulteriori informazioni sul Bando ISI 2020.

 

 

Il MUD è il modello unico per denunciare i rifiuti prodotti e/o gestiti dalle attività economiche, i rifiuti raccolti dai Comuni e quelli smaltiti, avviati al recupero, trasportati o intermediati nel corso dell'anno precedente.

Sul Supplemento Ordinario n. 10 della Gazzetta Ufficiale di ieri, 16 febbraio 2021, è stato pubblicato il DPCM 23 dicembre 2020 con il nuovo Modello Unico di Dichiarazione ambientale per l’anno 2021 a sostituzione integrale di quello vigente.

Il nuovo termine per la presentazione è stato fissato al 16 giugno 2021.

Il modello è stato rivisto, si legge nel Dpcm, «così da poter acquisire i dati relativi ai rifiuti da tutte le categorie di operatori, in attuazione della più recente normativa europea» in riferimento alle novità introdotte dai decreti di recepimento delle direttive europee sull’economia circolare e, più nello specifico, il D.lgs. 116 del 2020 che ha ridisegnato il quadro di legge nazionale che regola le attività di produzione e gestione dei rifiuti.

Soggetti obbligati alla presentazione del MUD:

  • Chiunque effettua a titolo professionale attività di raccolta e trasporto di rifiuti;
  • Commercianti ed intermediari di rifiuti senza detenzione;
  • Imprese ed enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti;
  • Imprese ed enti produttori iniziali di rifiuti pericolosi;
  • Imprese ed enti produttori che hanno più di 10 dipendenti e sono produttori iniziali di rifiuti speciali NON pericolosi di cui all’art.184 co.3 lettere:

Soggetti esclusi dall’obbligo di presentazione del MUD: 

  • Produttori iniziali di rifiuti speciali NON pericolosi le cui attività siano riconducibili a lettere diverse dalla c), d) o g) dell’art.184 co.3, a prescindere dal numero dei dipendenti;
  • Produttori iniziali fino a 10 dipendenti, per i soli rifiuti speciali NON pericolosidi cui all’art.184 co.3 lettere c), d), g);
  • Imprese che raccolgono e trasportano rifiuti speciali non pericolosi da loro stesse prodotti (cat. 2-bis dell’Albo Gestori ambientali);
  • Imprese che applicano le procedure semplificate per la gestione dei RAEE di cui al DM 65/2010;
  • Imprenditori agricoli con volume d’affari fino a 8.000 €/ anno e che producono rifiuti speciali pericolosi.

Polistudio organizza in collaborazione con A.A.R.B.A, la società scientifica italiana di analisi del comportamento, tre webinar gratuiti sul Protocollo Behavior-Based Safety per il contenimento del Covid-19.

 

Come far adottare i comportamenti di prevenzione per contrastare il contagio.

La Behavior-Based Safety (B-BS) è il protocollo scientifico ed evidence-based in grado di ridurre gli infortuni sul lavoro e le infezioni in ambito ospedaliero, motivando i lavoratori all’adozione dei comportamenti virtuosi.

Per i principi sui quali fonda le proprie radici (misurazione parametrica, analisi funzionale e definizione di conseguenze appropriate) è l’unico protocollo messo a punto e riconosciuto dalla comunità internazionale degli analisti del comportamento in grado di garantire l’effettivo contenimento del contagio da Cov-Sars-2.

Nell’attesa che arrivi la soluzione farmacologica, l’unica soluzione che possiamo intraprendere fin da subito è quella di monitorare e motivare l’adozione di comportamenti virtuosi.

La B-BS al servizio del contenimento del Covid-19 è oggi adottata in Italia da un numero crescente di imprese, soprattutto di grandi e medie dimensioni, che hanno adattato il protocollo alle necessità dettate dalla pandemia.

 

Relatore: Prof. Fabio Tosolin, Presidente A.A.R.B.A

Moderatore: Vincenzo Moschetto, Amministratore Delegato di Polistudio SpA

 

 

Per una presentazione più dettagliata del protocollo

scegli la data più comoda, iscriviti e partecipa al webinar!

 

WEBINAR - IN COLLABORAZIONE CON AARBA, ED. SPECIALE AZIENDE
17 febbraio 2021; 17:00 - 18:00; Online
3 marzo 2021; 17:00 - 18:00; Online

 

 

 

 

 

 

 

WEBINAR - IN COLLABORAZIONE CON AARBA, ED. SPECIALE SANITA'

25 febbraio 2021; 17:00 - 18:00; Online
 

 
 
 
 
 
 
 
 
 

 

Modelli organizzativi e sistemi di gestione ambientale alla luce dell’estensione del D.lgs. n. 231/2001 ai reati contro l’ambiente

In considerazione del complesso quadro normativo e del recente rafforzamento della tutela penale dell’ambiente, ai fini di definire un modello per le imprese del settore funzionale all’adozione di un adeguato sistema di prevenzione e controllo dei reati, FISE Assoambiente, ha presentato le Linee Guida “Modelli Organizzativi e sistemi di gestione ambientale”, in collaborazione con Certiquality, per l’adozione e l’efficace attuazione dei Modelli organizzativi atti a prevenire i reati ambientali che rientrano nel campo di applicazione del D.lgs. n. 231/2001.

Le Linee Guida di Assoambiente, approvate dal Ministero di Giustizia,  benché complete nei riferimenti normativi e giurisprudenziali si concentrano sulle peculiari attività attuate dagli associati, connesse allo specifico settore.

Linee Guida FISE Assoambiente 2020

 

 Nel primo capitolo, vengono richiamati il contesto normativo che ha introdotto tale nuova forma di responsabilità, le più recenti novità legislative nonché le peculiarità che contraddistinguono e identificano la disciplina 231 rispetto all’attività delle imprese che svolgono attività di gestione dei rifiuti.

Il secondo capitolo introduce, con numerosi esempi applicativi, l’analisi dei processi sensibili e l’identificazione dei rischi, passando poi a trattare la definizione del piano dei controlli.

Le relazioni che intercorrono tra i Sistemi di Gestione Ambientale (ISO 14001:2015 ed EMAS) ed i Modelli organizzativi per la prevenzione dei reati ambientali introdotti nel D.lgs. n. 231/2001 sono l’oggetto del terzo capitolo.

Si conferma, infatti, come gli standard ISO 14001:2015 ed EMAS possano contribuire a tenere sotto controllo i rischi ambientali.

Dopo le conclusioni del quarto capitolo, in appendice sono riportate:

  • Check List: linea guida per la verifica della conformità legislativa secondo la norma UNI EN ISO 14001:2015;
  • Tabella Risk Analysis: come indicato al capitolo II paragrafo IV “Valutazione dei rischi e definizione delle priorità di intervento per una azienda che gestisce rifiuti”, si riporta a titolo esemplificativo una tabella di Risk Analysis, che richiama, in sintesi, tutte le informazioni ivi menzionate. Tale schema di analisi di rischio può essere costruito, oltre che per l’analisi dei rischi delle fattispecie previste dall’art. 25 undecies, anche per tutte le altre fattispecie previste dal D.Lgs 231.

Le Linee Guida di FISE Assoambiente possono essere utilizzate come ausilio nella redazione del modello di organizzazione e gestione.

Scarica le Linee Guida

Auguri da Polistudio SpA

Vi informiamo che i nostri uffici saranno chiusi per le festività natalizie dal 24 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 compresi.

Torneremo operativi giovedì 7 gennaio 2021.

A Voi tutti e ai Vostri cari, i nostri migliori auguri di un Buon Natale e un inizio d’Anno Nuovo pieno di fiducia nel futuro e coraggio.

Buon 2021 di sogni avverati e di nuove conquiste!

Team Polistudio S.p.A

Con il bando Isi 2020, Inail rinnova il proprio impegno a sostegno del miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, mettendo a disposizione delle imprese che scelgono di investire in prevenzione 211.226.450 euro di contributi a fondo perduto.  

 

Destinatari dei finanziamenti.

L’iniziativa è rivolta a tutte le imprese, anche individuali, ubicate su tutto il territorio nazionale iscritte alla Camera di commercio industria, artigianato ed agricoltura e gli Enti del terzo settore, ad esclusione delle micro e piccole imprese agricole operanti nel settore della produzione primaria dei prodotti agricoli, cui è dedicato il Bando ISI Agricoltura 2019-2020.

 

I quattro assi di finanziamento.

Le risorse finanziarie destinate ai progetti sono ripartite per regione/provincia autonoma e per assi di finanziamento.
L'importo massimo erogabile è di 130.000 euro per i progetti appartenenti agli assi 1, 2 e 3, di 50.000 euro per i progetti appartenenti all'asse 4.

  •  All’Asse 1 (Isi Generalista) sono assegnati 96.226.450 euro, suddivisi in 94.226.450 euro per i progetti di investimento e due milioni per i progetti di adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale.
  • Per l’Asse 2 (Isi Tematica) sono a disposizione 45 milioni di euro, destinati a sostenere la realizzazione di progetti per la riduzione del rischio da movimentazione manuale dei carichi.

  •  Lo stanziamento dell’Asse 3 (Isi Amianto), per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto, è pari a 60 milioni di euro.

  •  L’Asse 4 (Isi Micro e Piccole Imprese) riguarda invece i progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza realizzati nelle micro e piccole imprese operanti nei settori della fabbricazione mobili e della pesca, per le quali sono disponibili 10 milioni.

 

Modalità e tempistiche di presentazione della domanda.

Le indicazioni per presentare domanda arriveranno entro il 26 febbraio 2021 e saranno pubblicate sul portale dell’Istituto, nella sezione dedicata alle scadenze dell’Avviso Isi 2020.

Ulteriori informazioni sul Bando ISI 2020.

Avviso pubblico della Regione del Veneto

Risorse economiche stanziate per la regione Veneto

unnamedlogo polistudio

 

 

Come l'anno precedente, ieri 12 NOvembre, gli studenti del corso di Laurea Magistrale in "Ingegneria della Sicurezza Civile e Industriale" hanno potuto partecipare, all'interno del corso di "Analisi post incidentale: metodologie e casi di studio" tenuto dalla dott.ssa Ing.Chiara Vianello, ad una lezione online da parte del socio e fondatore di Polistudio S.p.A., Lorenzo Belloni. 

Lo abbiamo intervistato per l'occasione.

D. Ciao Lorenzo, quale sarà il titolo dell’intervento che hai pensato di proporre agli studenti quest’anno?

R. “La caduta da una scala…Non fermiamoci alle apparenze! Come da una indagine condotta con perizia si individuano le cause scatenanti di un incidente”.

D. Indubbiamente un titolo che incuriosisce! Ma dicci di più… Quali argomenti tratterai?

Quest’anno ho partecipato ad un processo in qualità di CTU (Consulente Tecnico d'Ufficio) per un “590” (articolo 590 del Codice Penale), ovvero un infortunio grave e gravissimo, causato da una caduta da una scala a sfilo con sistema di trattenuta a blocco meccanico.

La dinamica e le cause sembravano banali e scontate, ma una attenta indagine e ricostruzione dei fatti, anche con l’ausilio di modellazioni materiali in resina che ci ha permesso di ricostruire in scala i luoghi e le attrezzature, hanno fatto emergere la “vera causa” che ha generato l’incidente.

D. Quale credi sia il valore aggiunto di una lezione dall’alto contenuto esperienziale all’interno di un Corso universitario?

R.Vorrei fornire accanto ai riferimenti normativi e alle metodologie d'indagine, anche l'esperienza diretta di un professionista che opera quotidianamente sul campo. Credo inoltre che trattare questo caso anche con l’ausilio di nuove tecnologie come le modellazioni in 3D possa essere un approccio innovativo d’interesse per i discenti.

Abbiamo infine chiesto a Michele Zuolo, nostro collega, già frequentante lo stesso corso di Laurea e presente alla lezione di Lorenzo l’anno scorso, di esprimere una sua considerazione mettendosi “dalla parte degli studenti”.

D. Cosa pensi Michele di questa opportunità offerta a giovani futuri Ingegneri della Sicurezza?

R. A distanza di un anno posso dire di ricordarmi ancora l’esperienza della lezione di Lorenzo durante il corso di “analisi post-incidentale”. Quello che mi è rimasto è stato il collegamento diretto con la realtà dei fatti. Lorenzo ha fatto un excursus di un caso specifico trattato da Polistudio. Ha ripercorso tutti i ragionamento che hanno portato alla elaborazione della perizia e alla vittoria della causa in oggetto. Il valore aggiunto è stato sicuramente quello del rendere concreto ciò che si è studiato in teoria e che, anche nella parti di pratica svolte a lezione, viene estrapolato dal suo contesto reale, alleggerito e semplificato togliendo tutte quelle parti di contorno ai fatti che le rendendo quasi immediate. Spesso durante gli studi si danno per scontate diverse cose. Un’esperienza diretta come quella portata Lorenzo è stata importante per far comprendere ulteriormente come la teoria non sia sufficiente da sola: è necessario che vi sia l’esperienza.

La lezione è stata molto apprezzata dalla platea che non ha esitato nel fare domande mirate sia a carattere strettamente tecnico che apparentemente formale sulle dinamiche che sovente si susseguono all’interno di un processo in tribunale. Per ciascun quesito sono state fornite risposte sempre contestualizzate da esempi pratici, evidenziando l’esperienza accumulata durante l’attività di Polistudio.

Un momento particolarmente apprezzato e coinvolgente è stato quando sono stati messi in evidenza i 3 errori più comuni che portano al rinvio a giudizio del Datore di Lavoro. Quello che ha colpito inizialmente gli studenti è stata la apparente banalità delle singole azioni, che però, come commentato e riportato dal Dott. Belloni sono le più comuni, e che rendono pertanto quasi del tutto inefficace qualunque tesi difensiva.

L'intervento si è concluso tra gli applausi degli studenti e con l’arrivederci dell’Ing. Vianello ad altri momenti nel quale condividere in futuro l’esperienza della odierna mattinata con altri casi da analizzare con gli studenti.

 

 

Polistudio, in collaborazione con A.A.R.B.A. e CIFI (Collegio Ingegneri Ferroviari Italiani) organizza il Convegno di alto valore formativo “Sicurezza Ferroviaria: Fattore Umano e Cultura".

 

QUANDO E DOVE

L’appuntamento è previsto per il 19 novembre 2020 dalle ore 9.00 alle ore 13.00 e si terrà in videoconferenza sulla piattaforma Gotowebinar.

 

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

L’evento è gratuito, previa registrazione tramite apposito form a questa pagina.

 

A CHI E’ RIVOLTO

Imprese Ferroviarie, Gestori Infrastruttura, Imprese di Manovra, Ingegneri.

 

OBIETTIVI DELL’INCONTRO

  • Fornire a Imprese e Gestori una panoramica sull’applicabilità del protocollo scientifico B-BS coerentemente a quanto previsto dal “IV pacchetto ferroviario” in termini di analisi fattore umano e cultura della sicurezza;
  • aumentare la consapevolezza di ruolo nell’esercizio quotidiano della propria responsabilità sulle persone.

PROGRAMMA

Ore 09.00 Saluti e Benvenuto

Ing.Paolo Genovesi, Amministratore CIFI

Ore 09.20 – 10.00

Ing. Davide Comunian, HS&E Technician presso Polistudio S.p.A.

Fattore umano e cultura: per lo sviluppo di un approccio proattivo al rischio

Ore 10.00 – 12.45

Prof. Fabio Tosolin, Presidente dell’Associazione A.A.R.B.A.

Introduzione alla gestione dei comportamenti in ambito organizzativo e protocollo scientifico Behavior-Based Safety

Ore 12.45 Q&A 

Ore 13.00 Chiusura dei lavori

Per informazioni dettagliate su programma, cliccare qui.

 

ATTESTATO E CREDITI FORMATIVI

A tutti i presenti verrà rilasciato l’attestato di partecipazione.

3 CFP agli ingegneri partecipanti all’intera durata dell’evento, indicando il proprio codice fiscale in fase di registrazione.

 

Segreteria organizzativa

SEGRETERIA CIFI

Tel.: 064882129 – 064742986

E-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

 

Convegno CIFI 19.11 Programma

 

 



“Era lo scorso giugno quando l'azienda Beghelli S.p.A. contattava l'Amministratore Delegato di Polistudio, Vincenzo Moschetto e il collega Cristian Stefani, loro RSPP in carica, per confrontarsi riguardo un prodotto dalla portata potenzialmente rivoluzionaria e che si sarebbe rivelato efficace nel contrasto al COVID-19, con cui stavamo convivendo già da qualche mese...

Mettendo in campo competenze e sensibilità differenti, iniziava così tra i nostri colleghi Cristian, Vincenzo, Lorenzo e Margherita un fitto scambio di opinioni e idee, idee che solo qualche giorno più tardi avrebbero preso forma presso la sede Beghelli di Monteveglio e avrebbero dato il via alla successiva fase di analisi e valutazione a supporto dell’impiego del prodotto nel settore professionale.

Partendo dall’analisi di test report e risultati analitici di istituzioni di elevatissimo standing, con la  collaborazione del  mondo accademico, si è giunti ieri 22 ottobre alla presentazione dei risultati finali degli studi, che sono pervenuti ad una valutazione oggettiva dell’efficacia della tecnologia UV-C per la sanificazione dell’aria in ambienti indoor, nelle forme e soluzioni tecnologiche proposte da Beghelli.

Noi di Polistudio non potevamo mancare a questo appuntamento.”

 

Polistudio Beghelli Unismart

Sono aperte le iscrizioni per 4 nuovi seminari di approfondimento in materia di salute e sicurezza sul lavoro, disponibili sia in presenza che in videoconferenza.

Gli appuntamenti da non perdere:

 


Tutti gli incontri, con il patrocinio di AiFOS Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul lavoro, si svolgeranno dalle ore 9.00 alle 12.00 e daranno diritto al rilascio di 2 crediti formativi ai fini dell'aggiornamento RSPP/ASPP, CSP/CSE o aggiornamento dirigenti.


Maggiori informazioni e iscrizioni ➡️ https://hubs.li/H0xQkdj0

La Regione Veneto e Unioncamere hanno recentemente aperto un bando con una dotazione di 3.000.000 di euro a sostegno delle PMI venete per l’acquisto di DPI (Dispositivi di Protezione Individuale) e strumenti di prevenzione per la messa in sicurezza dei lavoratori. L’agevolazione, richiedibile telematicamente dalle ore 08.00 del 28 di settembre, è pari all’80% delle spese sostenute sino ad un importo massimo di 4.000,00 euro.


Di seguito le caratteristiche in sintesi del bando:

 

Soggetti ammissibili

Imprese dei settori industria, artigianato, commercio e servizi che al momento della presentazione della domanda di partecipazione e sino alla liquidazione del contributo:

– abbiano sede principale o secondaria in Veneto e siano iscritte al Registro delle Imprese di una delle province della regione;

– siano micro, piccole e medie imprese;

– siano attive e non siano sottoposte a fallimento, procedure concorsuali di liquidazione coatta o volontaria, amministrazione controllata, concordato preventivo o a qualsiasi situazione equivalente;

– siano in regola con il pagamento del diritto annuale camerale;

– non abbiano forniture in essere con Unioncamere del Veneto;

– abbiano regolarmente assolto agli obblighi contributivi e previdenziali (DURC regolare);

– non siano destinatarie di ingiunzione pendente per effetto di una decisione di recupero adottata dalla Commissione europea in quanto hanno ricevuto e successivamente non rimborsato (o non depositato in un conto bloccato) aiuti che lo Stato è tenuto a recuperare.

Spese ammissibili

Sono ammissibili le seguenti due linee di spese:

LINEA 1 – Spese per investimenti:
– dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
– attrezzature per la sanificazione e igienizzazione dei locali;
– strumenti di aerazione, sia tramite apparecchi di filtraggio e purificazione dell’aria, sia attraverso l’installazione di sistemi di aerazione meccanica alternativi al ricircolo;
– pannelli divisori, pareti mobili, nonché arredi atti a garantire il rispetto delle misure di distanziamento sociale tra i lavoratori prescritte dalla normativa.

LINEA 2 – Spese correnti:
– mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
– guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
– dispositivi per protezione oculare;
– indumenti di protezione, quali tute e/o camici;
– calzari e/o sovrascarpe;
– cuffie e/o copricapi;
– detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici;
– servizi di disinfezione e sanificazione dei locali.

Le spese devono essere state sostenute nel periodo compreso tra l’11 marzo 2020 e la data di invio della domanda di rimborso.
Il pagamento delle fatture dovrà avvenire attraverso conti correnti intestati all’impresa e con modalità che consentano la piena tracciabilità del pagamento e l’immediata riconducibilità dello stesso alla relativa fattura.
Le fatture di acconto sono ammissibili all’agevolazione solo unitamente alle relative fatture di saldo.

La singola impresa può presentare domanda di contributo per una delle due linee, oppure per entrambe, per un ammontare massimo complessivo di 4.000,00 euro, corrispondente ad una spesa ammissibile pari o superiore a 5.000,00 euro (cinquemila/00).

Agevolazione
Il contributo è pari all’80% delle spese sostenute sino ad un importo massimo di 4.000,00 euro.
Nel caso l’impresa dimostri di essere iscritta all’elenco del “Rating di Legalità" avrà diritto ad un contributo pari al 90% delle spese sostenute sino ad un importo massimo di 4.500,00 euro.

Dotazione finanziaria:
LINEA 1: 2.000.000,00 di euro
LINEA 2: 1.000.000,00 di euro.

Regime di aiuto
Regime de minimis

Cumulo
I contributi di cui al presente bando non sono cumulabili con altri contributi pubblici relativi agli stessi costi ammissibili.

Presentazione della domanda
Le domande di contributo devono essere trasmesse esclusivamente in modalità telematica, con firma digitale, attraverso lo sportello on line “Contributi alle imprese”, all’interno del sistema Webtelemaco di Infocamere – Servizi e-gov (completamente gratuito) dalle ore 8:00 del 28 settembre 2020 alle ore 21:00 del 28 ottobre 2020.

Formazione della graduatoria e concessione del contributo
La graduatoria verrà formata tenendo conto dell’ordine cronologico di arrivo delle domande e sino all’esaurimento delle risorse finanziarie disponibili.
Per quanto riguarda la LINEA 2 – Spese correnti, la graduatoria verrà formata tenendo conto delle seguenti riserve finanziarie:

· massimo di 200.000 euro di contributi per le imprese della provincia di Padova;
· massimo di 200.000 euro di contributi per le imprese delle province di Treviso e Belluno;
· massimo di 200.000 euro di contributi per le imprese della provincia di Vicenza;
· massimo di 200.000 euro di contributi per le imprese delle province di Venezia e Rovigo;
· massimo di 200.000 euro di contributi per le imprese della provincia di Verona.

Ulteriori approfondimenti

http://www.ven.camcom.it/schedaNews.asp?idNews=8146

Siamo un'azienda che lavora con e per le persone.
Perchè tutti possano lavorare in sicurezza e nel rispetto dell'ambiente.
La nostra forza è il gruppo, la nostra energia è la passione, il nostro obiettivo è Life First.
Questa è Polistudio.
Nel nostro nuovo video istituzionale raccontiamo chi siamo e cosa facciamo.

Buona visione!

Video istituzionale Polistudio

 

https://youtu.be/tP1qGkUnVqU

 

Ti piace il lavoro di gruppo ma preferisci l'open space alle trasferte?

Vuoi lavorare in un ambiente giovane dove l'innovazione aziendale passa anche dalle tue idee?

Stiamo cercando una persona da inserire come figura di Supporto Tecnico nel Team Polistudio che si prenda cura della Qualifica dei Fornitori come servizio di consulenza ai Clienti a portafoglio.

  • sarai formato ed inserito da personale esperto e competente
  • avrai cura di seguire la qualifica tecnico professionale dei fornitori dei clienti di Polistudio
  • parteciperai allo studio, sviluppo ed implementazione del Portale Fornitori presso le aziende clienti

Cerchiamo diplomati in Ragioneria o laureati in Giurisprudenza, buona conoscenza della lingua inglese, spiccate competenze digitali e comunicative.

Offriamo Ral e benefit commisurati alla esperienza dimostrata, piano di incentivazione secondo policy aziendale.

 

Unisciti al nostro team e CLICCA QUI per inviare la tua candidatura!

Polistudio, in collaborazione con A.A.R.B.A, associazione di riferimento in Europa per la sicurezza comportamentale, organizza il Convegno di alto valore formativo “Sicurezza ferroviaria: fattore umano e culturaIntroduzione alla gestione dei comportamenti in ambito organizzativo e protocollo scientifico Behavior-Based Safety" .

L'appuntamento è previsto per il 24 Settembre 2020 dalle ore 9.00 alle 13.00 presso la Sala Madrid di Zanhotel Europa in Via Cesare Boldrini, 11 a Bologna.

 

OBIETTIVI DELL'INCONTRO

  • Fornire a Imprese e Gestori una panoramica sull’applicabilità del protocollo scientifico B-BS coerentemente a quanto previsto dal “IV pacchetto ferroviario” in termini di analisi fattore umano e cultura della sicurezza;
  • aumentare la consapevolezza di ruolo nell’esercizio quotidiano della propria responsabilità sulle persone.

 

PROGRAMMA

Relatore: prof. Fabio Tosolin, presidente dell’associazione A.A.R.B.A.

Ore 9.00: Registrazione dei partecipanti

Ore 9.30: Saluto di benvenuto e Apertura dei lavori

Argomenti trattati

-          L’assessment funzionale: come individuare e misurare le variabili di cui è funzione la sicurezza determinata dal fattore umano;

-          In che modo la BBS risponde a quanto richiesto dal IV pacchetto ferroviario;

-          Principi alla base del fattore umano: come spiegare in termini concreti le variabili da cui dipendono i comportamenti di sicurezza;

-          Come ottenere nuovi e adeguati comportamenti di sicurezza e come mantenerli nel tempo;

-          Definizione su base scientifica della cultura e dei valori di sicurezza;

-          Presentazione delle fasi caratteristiche per la realizzazione di un processo di sicurezza comportamentale e dei diversi ruoli del personale ferroviario coinvolti;

-          Come ottenere una più precisa consapevolezza dell’importanza del proprio ruolo nel personale, per la gestione quotidiana della sicurezza;

-          Gli strumenti operativi per la misurazione e per la gestione dei comportamenti rilevanti.

Ore 13.00 Chiusura dei lavori e Aperitivo finale

 

A CHI E’ RIVOLTO

Imprese Ferroviarie, Gestori Infrastruttura, Imprese di Manovra.

MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE

In presenza con possibilità di collegamento a distanza tramite piattaforma Zoom.

ISCRIZIONE

Per una migliore organizzazione dei posti a sedere si prega di iscriversi attraverso l’apposito form entro venerdì 18 settembre. Posti limitati.

 

Segreteria organizzativa

Polistudio SpA

Tel. +39 0425 478000

Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

L’evento è gratuito e si terrà nel rispetto delle norme anti Covid-19 secondo il protocollo "Accoglienza Sicura" adottato dalla sede ospitante.

 

 

Prende ufficialmente il via il progetto “Polistudio Academy”, la futura scuola di formazione aziendale di Polistudio SpA, che rappresenterà un luogo di apprendimento per lo sviluppo delle competenze sia del capitale umano interno l’organizzazione sia dei clienti, presenti e futuri, che saranno accompagnati verso un miglioramento continuo in materia di salute e sicurezza sul lavoro con percorsi formativi dedicati.

Vincenzo Moschetto, Amministratore Delegato di Polistudio SpA, ne parla come “Un sogno ambizioso, coltivato da tempo e che diventerà tangibile nei prossimi due anni, grazie alla presenza di persone, competenze, valori e risorse adeguati a mettere in campo i frutti di oltre 25 anni di formazione e consulenza in questo settore”.

“Polistudio Academy è pensata come uno spazio fisico e virtuale in cui si trasmettono, condividono e sviluppano conoscenze, saperi, tecniche e pratiche per scoprire e potenziare i talenti, silenti o manifesti, di tutti coloro che ne faranno parte ” – così la definisce Sandra Chiarion, Responsabile Risorse Umane di Polistudio SpA - che prosegue: “Sarà lo strumento per attivare un processo educativo continuo e trasversale che vede il suo fulcro nella crescita professionale e personale dell’individuo, inserito sia nell’organizzazione in cui opera sia nell’ambiente in cui vive”.

Andando oltre al classico “catalogo di corsi” per la formazione obbligatoria richiesta dalla normativa vigente, Polistudio SpA ha scelto di intraprendere la strada che apre ad una nuova concezione di formazione, capace di offrire un percorso di conoscenza permanente e di qualità che crei valore per l’individuo, per l’azienda stessa e per il territorio.

 

growing together

jelqing bullet vibrators offers and betting promotions

Utilizziamo i cookies per garantire la funzionalità del sito e per tenere conto delle vostre scelte di navigazione in modo da offrirvi la migliore esperienza sul nostro sito. Inoltre ci riserviamo di utilizzare cookies di parti terze. Continuando a navigare sul sito, l'utente accetta di utilizzare i cookies. Per saperne di più

Accetto / Chiudi

Cookie Policy

Uso dei Cookies in questo sito
Nella presente cookie policy viene descritto l'utilizzo dei cookies di questo sito. Preliminarmente si precisa che l'uso di c.d. cookies di sessione (che non vengono memorizzati in modo persistente sul computer dell'utente e svaniscono con la chiusura del browser) permette la trasmissione di identificativi di sessione (costituiti da numeri casuali generati dal server) necessari per consentire l'esplorazione sicura ed efficiente del sito.
I c.d. cookies di sessione utilizzati in questo sito evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l'acquisizione di dati personali identificativi dell'utente.

Che cos'è un cookie?

Per fornirti ogni utile informazione sui cookie e sul loro utilizzo anche solo potenziale e per sapere come modificare il settaggio del tuo browser relativamente all'uso dei cookie ti invitiamo a leggere questa descrizione dettagliata.

Cookie del browser:
I cookie sono porzioni di informazioni che il sito Web inserisce nel tuo dispositivo di navigazione quando visiti una pagina. Possono comportare la trasmissione di informazioni tra il sito Web e il tuo dispositivo, e tra quest'ultimo e altri siti che operano per conto nostro o in privato, conformemente a quanto stabilito nella rispettiva Informativa sulla privacy. Possiamo utilizzare i cookie per riunire le informazioni che raccogliamo su di te. Puoi decidere di ricevere un avviso ogni volta che viene inviato un cookie o di disabilitare tutti i cookie modificando le impostazioni del browser. Disabilitando i cookie, tuttavia, alcuni dei nostri servizi potrebbero non funzionare correttamente e non potrai accedere a numerose funzionalità pensate per ottimizzare la tua esperienza di navigazione nel sito. Per maggiori informazioni sulla gestione o la disabilitazione dei cookie del browser, consulta l'ultima sezione della presente Politica sui cookie.
Utilizziamo varie tipologie di cookie con funzioni diverse. Per quanto riguarda i cookie tecnici, potremo utilizzare cookies proprietari persistenti e di sessione al solo fine di favorire la navigazione efficiente del sito.
Il sito web utilizza o può utilizzare, anche in combinazione tra loro, le seguenti categorie di cookies.


1. Cookie strettamente necessari (cookie tecnici)
Questi cookie sono fondamentali per poter navigare sul sito Web e utilizzare alcune funzionalità. Senza i cookie strettamente necessari, i servizi online che normalmente sono offerti dal sito, potrebbero non  essere accessibili se la loro erogazione si basa esclusivamente su cookie di questa natura. Infatti i cookie di questo tipo permettono all’utente di navigare in modo efficiente tra le pagine di un sito web e di utilizzare le diverse opzioni e servizi proposti. Consentono, ad esempio di identificare una sessione, accedere ad aree riservate, ricordare gli elementi che compongono una richiesta formulata in precedenza, perfezionare un ordine di acquisto o la memorizzazione di un preventivo.
Non è necessario fornire il consenso per i cookie tecnici, poiché sono indispensabili per assicurarti i servizi richiesti.  E' possibile bloccare o rimuovere i cookie tecnici modificando la configurazione delle opzioni del proprio browser. Tuttavia eseguendo queste operazioni, è possibile che non si riesca ad accedere a determinate aree del sito web o ad utilizzare alcuni dei servizi offerti.


2. Cookie per le prestazioni (cookie analytics)
È possibile che da parte nostra (o dei i fornitori di servizi che operano per nostro conto) vengano inseriti dei cookie per le prestazioni nel tuo dispositivo di navigazione. Le informazioni raccolte mediante i cookie per le prestazioni sono utilizzate esclusivamente da noi o nel nostro interesse.
I cookie per le prestazioni raccolgono informazioni anonime relative al modo in cui gli utenti utilizzano il sito Web e le sue varie funzionalità. Ad esempio, i nostri cookie per le prestazioni raccolgono informazioni in merito alle pagine del sito che visiti più spesso e alle nostre pubblicità che compaiono su altri siti Web con cui interagisci, oltre a verificare se apri e leggi le comunicazioni che ti inviamo e se ricevi messaggi di errore. Le informazioni raccolte possono essere utilizzate per personalizzare la tua esperienza online mostrando contenuti specifici. I cookie per le prestazioni servono anche per limitare il numero di visualizzazioni di uno stesso annuncio pubblicitario. I nostri cookie per le prestazioni non raccolgono informazioni di carattere personale.
Continuando a utilizzare questo sito Web e le sue funzionalità, autorizzi noi (e gli inserzionisti esterni di questo sito Web) a inserire cookie per le prestazioni nel tuo dispositivo di navigazione.
Per eliminare o gestire i cookie per le prestazioni, consultare l'ultima sezione della presente Cookie Policy.
In particolare il sito utilizza Google Analytics  che è uno strumento di analisi di Google che aiuta i proprietari di siti web e app a capire come i visitatori interagiscono con i contenuti di loro proprietà. Si può utilizzare un set di cookie per raccogliere informazioni e generare statistiche di utilizzo del sito web senza identificazione personale dei singoli visitatori da parte di Google.
Oltre a generare rapporti sulle statistiche di utilizzo dei siti web, il tag pixel di Google Analytics può essere utilizzato, insieme ad alcuni cookie per la pubblicità descritti sopra, per consentirci di mostrare risultati più pertinenti nelle proprietà di Google (come la Ricerca Google) e in tutto il Web.
Per ulteriori informazioni è possibile consultare questo sito cookie di Analytics e privacy.


3. Cookie per funzionalità (cookie di profilazione)
Ci riserviamo la possibilità di utilizzare da parte nostra (o dei i fornitori di servizi che operano per nostro conto) dei cookie per funzionalità nel tuo dispositivo di navigazione. Qualora utilizzassimo questi cookies in ogni caso non condividiamo le informazioni raccolte mediante i cookie per funzionalità con eventuali inserzionisti né con terzi.
Questi cookie sono utilizzati per memorizzare le scelte effettuate (preferenza della lingua, paese o altre impostazioni online) e per fornire le funzionalità personalizzate od ottimizzate selezionate dall'utente. I cookie per funzionalità possono essere utilizzati per offrirti servizi online o per evitare che ti vengano offerti servizi che hai rifiutato in passato.
Peraltro informiamo che tecnicamente è possibile autorizzare inserzionisti o terze parti a fornire contenuti e altre esperienze online tramite questo sito Web. In questo caso, la terza parte in questione potrebbe inserire i propri cookie per funzionalità nel tuo dispositivo e utilizzarli, in modo analogo a noi, al fine di fornirti funzionalità personalizzate e ottimizzare la tua esperienza d'uso. Selezionando opzioni e impostazioni personalizzate o funzionalità ottimizzate, autorizzi l'utilizzo da parte nostra dei cookie per funzionalità necessari a offrirti tali esperienze.
Eliminando i cookie per funzionalità, le preferenze o le impostazioni selezionate non verranno memorizzate per visite future.
Nel caso in cui vengano utilizzati cookie di parti terze ci riserviamo di indicare dettagliatamente i link alle informative predisposte da tali soggetti.
Il sito utilizza può utilizzare strumento di remarketing di parti terze. In tal caso alcune pagine del sito possono includere un codice definito "codice remarketing". Questo codice permette di leggere e configurare i cookie del browser al fine di determinare quale tipo di annuncio visualizzerai, in funzione dei dati relativi alla tu visita al sito, quali per esempio il circuito di navigazione scelto, le pagine effettivamente visitate o le azioni compiute all'interno delle stesse.
Le liste di remarketing così create sono conservate in un database dei server di Google in cui si conservano tutti gli ID dei cookie associati ad ogni lista o categoria di interessi. Le informazioni ottenute consentono di identificare solo il browser, dato che con queste informazioni la parte terza non è in grado di identificare l'utente.
Questi strumenti consentono di pubblicare annunci personalizzati in base alle visite degli utenti al nostro sito.
L’autorizzazione alla raccolta e all’archiviazione dei dati può essere revocata in qualsiasi momento. L’utente può disattivare l’utilizzo dei cookie da parte di Google attraverso le specifiche opzioni di impostazione dei diversi browser.

Abilitazione / disabilitazione di cookie tramite il browser
Esistono diversi modi per gestire i cookie e altre tecnologie di tracciabilità. Modificando le impostazioni del browser, puoi accettare o rifiutare i cookie o decidere di ricevere un messaggio di avviso prima di accettare un cookie dai siti Web visitati. Ti ricordiamo che disabilitando completamente i cookie nel browser potresti non essere in grado di utilizzare tutte le nostre funzionalità interattive.
Se utilizzi più computer in postazioni diverse, assicurati che ogni browser sia impostato in modo da soddisfare le tue preferenze.
Puoi eliminare tutti i cookie installati nella cartella dei cookie del tuo browser. Ciascun browser presenta procedure diverse per la gestione delle impostazioni. Fai clic su uno dei collegamenti sottostanti per ottenere istruzioni specifiche.

Disattivazione Cookies
In questa sezione trovi le informazioni per disattivare i cookies sul tuo browser. Ti ricordiamo che disattivando i cookies alcune parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.
Se il tuo browser non si trova nell'elenco sotto riportato, ti preghiamo di consultare le istruzione riportate sul tuo browser in merito alla gestione dei cookies.

Internet Explorer versione 6 o superiore
• Seleziona "Strumenti" nella barra del tuo browser
• Seleziona "Opzioni Internet"
• Seleziona la voce "Privacy" e poi clicca su "Advanced"
• Seleziona "Override automatic cookie handling"
• Disattiva i "first-party cookie" selezionando la voce "Block"
• Disattiva i "third party cookie" selezionando la voce "Block"
• Disattiva i "session cookie" deselezionando la voce "Always allow session cookies"
• Clicca su "OK"


Firefox versione 9 o superiore
• Seleziona "Strumenti" nella barra del tuo browser
• Seleziona "Opzioni"
• Selezione la voce "Privacy"
• Nell'area "Cronologia" scegli dal menù a tendina l'opzione "utilizza impostazioni personalizzate"
• Disattiva i cookies deselezionando la voce "Accetta i cookie dai siti"
• Clicca su "OK"

Google Chrome versione 24 o superiore
• Seleziona "Menù Chrome" nella barra del tuo browser
• Selezione "impostazioni"
• Seleziona "Mostra impostazione avanzate"
• Nella sezione "Privacy" clicca su "Impostazione contenuti"
• Disattiva tutti i cookies selezionando "Impedisci ai siti di impostare dati" e "Blocca cookie di terze parti e dati dei siti"
• Clicca su "OK"Se non utilizzi nessuno dei browser sopra elencati, seleziona "cookie" nella relativa sezione della guida per scoprire dove si trova la tua cartella dei cookie.

Eliminazione dei cookie Flash
Fai clic sul collegamento qui di seguito per modificare le tue impostazioni relative ai cookie Flash.

Disabilitazione dei cookie Flash

Attivazione e disattivazione dei cookies
Oltre a poter utilizzare gli strumenti previsti dal browser per attivare o disattivare i singoli cookies informiamo che il sito www.youronlinechoices.com riporta l'elenco dei principali provider che lavorano con i gestori dei siti web per raccogliere e utilizzare informazioni utili alla fruizione della pubblicità comportamentale. Puoi disattivare o attivare tutte le società o in alternativa regolare le tue preferenze individualmente per ogni società. Per farlo puoi utilizzare lo strumento che trovi nella pagina www.youronlinechoices.com/it/le-tue-scelte per controllare le tue preferenze sulla pubblicità comportamentale.

Ulteriori informazioni utili sui cookie sono disponibili a questi indirizzi:

www.allaboutcookies.org;
www.youronlinechoises.com